Ristrutturare casa con l’ aiuto di un Interior design

Ogni casa è una memoria.

Ricordo molti dettagli di quella in cui vivevo, dalle piastrelle a fiori della cucina, alla porta a soffietto bianca, sino al profumo che si sentiva appena aprivo la porta del proibitivo salone, riservato solo ai momenti di festa.

Ogni dettaglio apparentemente superfluo è fondamentale all’interno di una stanza chiusa, è la chiave dei nostri ricordi, la risposta al nostro modo di vivere e il riflesso delle nostre scelte.

Ristrutturare casa con l’ aiuto di un Interior Design.

Scegliere di ristrutturare casa con un Interior Design a Roma significa riporre completa fiducia nel lavoro di un professionista che, nella maggior parte dei casi, non si conosce, che interpreta le tue necessità, realizza in una sinergia con i costruttori e i negozi d’arredo, la casa dei sogni.

Ristrutturare casa a Roma con l' aiuto di un Interior Design

La figura dell’interior designer o arredatore d’interni è fondamentale per ristrutturare casa a Roma.

Molti pensano di poterne fare a meno e di tagliare i costi ma, in realtà, rivolgendoti ad un Interior design eviti errori e risparmi tempo e soldi.

L’interior designer è una figura diversa da un generico architetto, e ti spiego perché.

È uno specialista degli spazi interni, abituato a lavorare in una scala diversa dal palazzo, dal paesaggio o di una casa di nuova edificazione, in grado di cogliere immediatamente specifiche distintive di una casa.

Il lavoro dell’ Interior Designer è molto ampio e consiste nell ’intera gestione della progettazione, controllando l’esecuzione delle opere edili e di artigianato, rendendo l’appartamento funzionale dal punto di vista dei flussi e dei percorsi, sicuro ed eventualmente tecnologico.

Dunque: cosa fa un interior design?

Abbiamo provato a dare una definizione…

L’interior designer è, al contempo, l’artista e l’alchimista degli interni ovvero colui che, con un progetto, riesce a fondere estetica, gusto e praticità nel rispetto del budget; un professionista, sempre aggiornato che, con stile, gusto e buon senso, valuta il giusto dimensionamento degli arredi.

Ristrutturazione Completa Casa Interior Design su misura

Deve essere capace di lavorare sulla bellezza di ogni centimetro della tua casa, selezionando prima le soluzioni distributive migliori, fa rispettare gli spazi di passaggio, abbatte barriere architettoniche, assicura l’isolamento acustico e termico della casa, armonizza gli spazi pieni e vuoti e trova la sintesi perfetta tra comfort e consumi energetici, e poi i materiali di rivestimento, i colori e l’illuminazione più adatta alle tue necessità, su misura per te e la tua casa.

Un bravo interior designer a Roma è quello che, non solo è in grado di progettare gli interni in maniera ottimizzata ma è anche capace, con disegni e modelli 3D, di rendere la sua idea di casa.

Spesso, infatti, una soluzione grandiosa può essere vanificata dall’incapacità dell’arredatore d’interni di metterla nero su bianco e di convincere, quindi, i proprietari di casa che il budget messo a disposizione sarà ben speso.

Progettazione in 3D con rendering

Ecco perché è importante inserire nei modelli 3D, usando un softwarte di progettazione, anche proposte di illuminazione d’interni, divisori abbattuti e nuovi modelli di porte e finestre.

 

Se stai per ristrutturare una casa a Roma, o hai comprato una casa in costruzione oppure stai pensando ad un restyling della tua casa esistente, avrai iniziato a guardare le riviste di arredamento, a visitare siti, a guardare le trasmissioni TV che parlano dell’argomento; questo per trarre idee, spunti e iniziare a immaginare la tua nuova abitazione.

Ma cos’ hanno in comune le case pubblicate sulle riviste, sui siti e alla TV?

Avrai notato che gli ambienti hanno uno stile preciso, c’è armonia tra forme e colori.

I materiali sono scelti con cura, c’è la giusta dose di creatività e originalità. L’illuminazione, i complementi, i tendaggi, tutto l’insieme risulta corale.
Ebbene, quello che fa la differenza è che i proprietari di queste case, grandi o piccole, si sono affidati ad un Interior Designer.

Sicuramente non sono il frutto del FAI-DA-TE.

Affidarsi a un valido Interior Designer a Roma, non è una moda, ma una necessità per chi vuole ottenere un bel risultato e non vuole sprecare tempo, energia e pagare a caro prezzo gli errori.

L’Interior Designer non ti deve vendere le sue idee, ma si occupa di interpretare le tue esigenze abitative ed estetiche rispecchiando la tua personalità, guidandoti con proposte e idee in linea con le tue esigenze.

Solo così ti sentirai a casa tua e il risultato finale sarà originale e diverso da quello di chiunque altro.

C’è un altro aspetto da non trascurare, quello Commerciale: “Una casa seguita da un Interior Designer, viene rivenduta prima e ad un prezzo più alto rispetto agli immobili anche nuovi o ristrutturati ma in modo tradizionale; acquisisce cioè un maggior valore di mercato.”

Con questo articolo siamo sicuri di averti aiutato a capire che Ristrutturare casa con l’ aiuto di un Interior design può portare vantaggi durante la ristrutturazione e migliorare la quotidianità della tua nuova casa.

Ricorda,

Le scelte fatte con animo sereno portano ad un risultato finale più coinvolgente e desiderato.

Creare la tua casa deve essere solo una piacevole esperienza; così la abiterai felicemente una volta che ci andrai a vivere!

Se anche tu hai deciso di affidarti ad un Interior Design, non lasciarti sfuggire questa opportunità

Clicca sul link qua sotto e richiedi una Consulenza GRATUITA

Ristrutturazioni chiavi in mano, perchè rivolgersi ad un interior design

Ristrutturazione chiavi in mano: la scelta più sicura.

Ristrutturare o arredare la propria casa con il metodo “fai da te”, affidandosi al tipico mobilificio o al classico negozio di piastrelle con le solite offerte lampo, può terrorizzare.

La soluzione può essere la ristrutturazione chiavi in mano.

Il vantaggio della ristrutturazione chiavi in mano è chiaramente quello di affidare la propria casa nelle mani di un esperto.

Ristrutturazioni chiavi in mano Roma

In questo modo puoi facilmente evitare tutti i rischi derivanti dalle tue scelte, che magari hai preso considerando il parere del venditore, ma che alla fine non ti convincono a pieno.

Interior design a Roma

Dunque: cosa fa un interior design?

Abbiamo provato a dare una definizione…

L’interior designer è, al contempo, l’artista e l’alchimista degli interni ovvero colui che, con un progetto, riesce a fondere estetica, gusto e praticità nel rispetto del budget; un professionista, sempre aggiornato che, con stile, gusto e buon senso, valuta il giusto dimensionamento degli arredi, fa rispettare gli spazi di passaggio, abbatte barriere architettoniche, assicura l’isolamento acustico e termico della casa, armonizza gli spazi pieni e vuoti e trova la sintesi perfetta tra comfort e consumi energetici.

Il ruolo dell’interior designer non è solo quello di saper abbinare i complementi d’arredo o di scegliere un tipo di pittura che riesca ad illuminare un ambiente: il progettista, in realtà, volge la sua attenzione principalmente (e non esclusivamente) sugli aspetti pratici e funzionali del vivere gli ambienti.

Studia gli spazi a disposizione del cliente (un monolocale, un loft, un attico, una villa, un appartamento, ecc…), il giusto dimensionamento (meglio open space o ricavare una camera in più all’interno dell’abitazione), gli arredi (quale stile scegliere fra moderno, Contemporaneo, Shabby, Country, Classico), i materiali (un pavimento in resina è idoneo per un locale aperto al pubblico a differenza di un laminato che si presta come ottima soluzione per una casa vacanze).

Un bravo interior designer è quello che, non solo è in grado di progettare gli interni in maniera ottimizzata ma è anche capace, con disegni e modelli 3D, di rendere la sua idea di casa.

Spesso, infatti, una soluzione grandiosa può essere vanificata dall’incapacità dell’arredatore d’interni di metterla nero su bianco e di convincere, quindi, i proprietari di casa che il budget messo a disposizione sarà ben speso.

Ristrutturazione chiavi in mano: perché conviene?

I vantaggi sono molteplici e tutti finalizzati al rispetto delle esigenze del cliente soddisfacendo ogni tipo di aspettativa.

L’interior designer, infatti, progetta solo dopo aver effettuato più di un sopralluogo in presenza del cliente e solo nel momento in cui avrà chiaro quale sia il risultato atteso a conclusione dei lavori.

Durante i colloqui valuterà gli aspetti critici degli ambienti, sottoporrà differenti proposte senza mai imporre il proprio punto di vista, supporterà il cliente in ogni scelta.

Consiglierà gli interventi edili da eseguire per rendere vivibile la struttura, esaminerà l’aspetto pratico di un immobile.

Cercherà di ampliare o ridurre gli spazi per ottenere un ulteriore bagno oppure rivaluterà gli ambienti aperti come un giardino o una terrazza.

Ristrutturare o arredare da soli porta non pochi rischi.

Potresti sforare economicamente sul budget che ti eri prefissato inizialmente, perché magari i costi lievitano o perché sorgono degli imprevisti in corso d’opera.

Anche la data di consegna può variare rispetto ai piani iniziali.

Sempre sul piano economico, alla fine dei lavori potresti avere una qualità minore spendendo la stessa cifra che avresti investito con un’opzione “ristrutturare chiavi in mano”.

Ristrutturare casa a Roma

.

Ristrutturazione chiavi in mano con l’aiuto di un Interior Designer.

La figura dell’Interior Designer è quella più indicata quando si parla di ristrutturazione o quando semplicemente si vuole ri-arredare la propria casa.

I benefici sono molteplici:

  • Ti farà risparmiare tempo in quanto sarà lui a controllare per tuo conto dove acquistare quello che ti serve;
  • Ti farà risparmiare denaro in quanto i tuoi acquisti saranno dettati da un budget che sarai tu ad impostare;
  • Ti seguirà dalla consulenza fino al prodotto finito, organizzandoti un itinerario ad hoc;
  • Controllerà i lavori in cantiere al posto tuo fino alla fine.

Se pensi quindi che la ristrutturazione chiavi in mano sia la scelta giusta per te e vuoi rivolgerti ad un professionista come me, non esitare a compilare il form qua sotto.

E ricorda: la prima consulenza è GRATUITA

colori

Colori, tendenze e arredamento

Un colore o una serie di colori accostati in contrasto o in armonia, scelti secondo il gusto personale possono andare ad impattare sull’interior design in maniera pesante.

Ecco perché anche nella scelta cromatica occorrono regole ed accorgimenti, e qualche suggerimento proviene anche da aziende ormai diventate famosa e riconosciuta in questo campo.

Sto parlando dell’azienda Pantone.

Mettere in piedi un design di interni degno di questo nome non è cosa semplice, infatti esistono professionisti del settore che possono fornirti spunti ed idee per arredare la tua casa, ed anche per scegliere quali colori affini ai tuoi gusti possono andare bene per gli spazi interni, oggi però voglio parlare proprio del colore e fornirti alcuni consigli utili.

Perché si modifica il colore di una parete o di specifici complementi d’arredo? Sostanzialmente per due ragioni:

  • la ristrutturazione, che comprende l’eventuale modifica delle cromie
  • per un cambiamento di stile

Le palette colori

Le palette sono una serie di cromie simili o distanti tra loro che tendono al contrasto o ad armonizzarsi su una tavolozza.

Oppure che vengono esposte su un unica linea che le descrive attraverso l’immagine.

Quando decidete di cambiare colore alle pareti o ai suppellettili al fine di effettuare un rinnovamento o un cambio di stile, non è difficile che andiate da una qualunque ferramenta che vende anche colori per la casa e per la sua manutenzione-ristrutturazione e che i marchi espongano cataloghi colore da cui potete trarre ispirazione.

Gli stili dell’interior design di una casa, hanno anche delle cromie consigliate, ovviamente sta sempre alla persona decidere ma occorre fare attenzione al gusto personale.

È indubbio che ad ognuno di noi piacciano determinati colori, ma non basta il gusto personale per operare una scelta sulle cromie della casa, occorre tenere conto di diversi aspetti, non ultimo il logorio delle pareti ad esempio.

Gli stili moderni possono anche “esagerare” su singoli aspetti del colore, ma una casa tradizionale necessiterà di rientrare nello stile che le appartiene

Per cui in questi casi i colori sui quali potrete puntare sono quelli neutri (es. bianco) e quelli che richiamano alla struttura, ad esempio se i mobili sono in legno scuro le gamme dei rossi mattoni sono similari e quindi ottimi per accompagnare il legno.

Interior design e design per esterni: come scegliere i colori adatti allo stile della tua abitazione

Una scala cromatica molto diversificata e tutta interna alla stessa casa, che non riconduce ad un unico stile o a stili che si armonizzano tra loro, va assolutamente evitata.

Un po di gusto personale deve esserci nella scelta delle cromie, ma questo (come è ovvio che sia) non basta.

Il colore è stato osservato da diverse prospettive, non ultima quella di tipo olistico, connessa a specifiche filosofie spirituali.

Il colore comunica anche la personalità di una stanza.

I colori vengono suddivisi in:

1. Neutri

2. Freddi

3. Caldi

Quelli neutri sono stati prevalenti accompagnati da quelli caldi, per molti stili del passato, oggi con gli stili moderni è avvenuta una fusione tra le tre tipologie, fusione che si esprime su singoli elementi magari.

Nella scelta dei colori prendere contatto con esperti di design è certamente utile ed importante.

Interior design: i trend colore 2019

Pantone nel 2018 decretò colore dell’anno l’Ultra Violet.

Se quest’anno vuoi seguire il trend dell’azienda più famosa nella scelta dei colori per ambienti interni ed esterni e non solo.

E se lo stile della tua casa è moderno ti troverai bene con il colore dell’anno 2019.

Dopo l’Ultra Violet Pantone ha scelto il Living Coral come colore ufficiale per questo anno.

Pantone prende in esame i colori per vari aspetti del vivere, ad esempio per la scelta dell’outfit quotidiano.

Sulle sue pagine troverete ogni giorno un colore dedicato, ma un conto è l’outfit un conto l’interior design.
In questo secondo caso la scelta del colore è molto più complessa.

Ma ecco la gamma ufficializzata da Pantone per l’interior design, si tratta di 72 colori (non li elenchiamo tutti ma potete osservarli sul sito dell’azienda) suddivisi in 8 palette:

  1. Craving,
  2. Classico,
  3. Meanderings,
  4. Syncopated,
  5. Paradoxical,
  6. Musings,
  7. Cherish,
  8. Proximity.

I pastelli che hanno segnato il 2018, vengono scansati in questa nuova palette, da colori più accesi.

Ci sono ritorni interessanti, quello del rosso, del blu e del verde, ma spiccano anche tonalità per coraggiosi, come il giallo intenso.

Non manca un piacevole ritorno per chi predilige cromie classiche, sto parlando dell’ocra che si affianca al color ruggine e alle nuances del corallo.

Stile della casa e colori

Come detto se in casa hai uno stile moderno che prevede arredi di design e di tendenza non sempre è possibile ristrutturare e optare per un cambiamento anche cromatico, ma se ti è possibile ecco che le nuances tra le quali optare si allarga per questo 2019.

Se si decide di ristrutturare o rinnovare una casa, o magari di arredarla per la prima volta, e a seconda della circostanza nella quale ci si trova, si può decidere di adottare uno stile moderno.

Molte persone hanno fatto questa scelta.

In tutte queste circostanze i colori delle palette Pantone possono aiutare.

Una volta che il progetto architettonico si è concluso, la strada da fare è ancora molta per assicurarsi un abitazione confortevole e che possa essere in linea con il gusto personale e le tendenze maggiormente in voga.

In sostanza l’obiettivo è quello di organizzare una casa che sia versatile e che possa rimanere di moda.

In generale, quando si decide l’arredo di un interno, è sempre importante riflettere sul fatto che i gusti personali e anche le tendenze del periodo nel quale si affrontano i lavori varieranno nel corso del tempo, e lo faranno anche in modo veloce.

Invece la struttura della casa potrà variare ma non più di tanto.

Per cui un fattore importante è la lungimiranza delle scelte che andrai a compiere.

In sostanza dovrete fare in modo da poter modificare ogni volta che volete e che la situazione lo renda necessario, lo stile ed i singoli aspetti dei vostri interni, ma facendo sempre scelte ben ponderate.

Potete ovviamente impiegare la vostra creatività, ma in modo moderato.

Per un preventivo gratuito puoi contattarci compilando il form che segue.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]
Evita errori nell' arredo

Errore nell’arredo? Come arredare evitando errori comuni

Un singolo errore o più errori quando si mette mano all’arredamento degli interni e degli esterni di casa, sono sempre presenti, nessuno ne è esente, ragion per cui l’articolo che oggi vado a presentarti si pone la seguente domanda:

“Come arredare senza fare errori?”

I consigli sul come arredare casa devono innanzitutto tenere conto degli spazi che si hanno a disposizione.

Ad esempio arredare una stanza di piccole dimensioni prevede accorgimenti che una stanza ampia non necessita di applicare.

Ma entrando più nel merito della questione, ti voglio presentare alcuni consigli sui quali potrai fare affidamento in caso di modifica del tuo arredamento.

O nei casi in cui hai uno spazio vuoto da dover definire attraverso gli arredi.

Errore N°1: Scelta degli accessori mettendoci poca cura

I complementi d’arredo vanno scelti con estrema cura, non farlo è uno dei primi errori che generalmente si fanno.

Ti basta pensare che un accessorio sbagliato può alterare l’intero arredo.

Errore N°2: Disporre i quadri a caso

I quadri sono un complemento d’arredo che coinvolge maggiormente i sentimenti rispetto ad altri, per tale ragione talvolta si cade nell’errore di appenderli nei luoghi sbagliati, magari per osservarli con costanza.

Questo è un errore che va evitato, quando si va ad arredare una casa, appendere casualmente e senza un filo logico quadri e fotografie alle pareti influisce negativamente sull’aspetto generale delle stanze.

Dovrai quindi studiare con attenzione la disposizione per garantire una coerenza alle pareti della tua abitazione.

Per farti un esempio ti dico che troppo spesso i quadri vengono appesi in alto, alcuni per dimensione necessitano di questo accorgimento, ma altri andrebbero collocati mediamente ad un metro e 60 da terra.

Errore N°3: Gli ambienti monocromatici

Avete mai notato quegli spazi interni tutti bianchi?

Il famoso Total White che ha anche trovato affermazione per un periodo di tempo neanche tanto breve, non è esattamente un modo valido di scelta del colore.

Il rischio è quello di incorrere nell’impressione di trovarsi in una stanza completamente asettica.

Parimenti anche una stanza eccessivamente scura può apparire tetra.

Vi consiglio quindi di evitare un arredamento monocromatico.

Potete invece puntare su contrasti o armonie cromatiche che contemplino diverse sfumature di colore per evitare la monotonia alla vista di una camera tutta di un unico colore.

Errore N°4: Le gerarchie cromatiche

Il punto numero quattro si collega strettamente al numero 3.

La scelta degli accostamenti di colore è uno dei compiti maggiormente delicati quando si vuole arredare un abitazione.

Alle volte si opta per un colore che piace non preoccupandosi dell’abbinamento con il resto dei complementi d’arredo, rappresenta un grosso errore che va evitato.

La soluzione per evitare tale errore comune è quella di progettare anticipatamente l’arredamento prima di iniziare a dipingere.

Potete aiutarvi con le classiche palette di colori che reperite facilmente online oppure rivolgendovi ad un negozio.

Errore N°5: Scegliere dei temi per l’arredo

La tentazione è alta, scegliere un tema per la propria casa rappresenta un altro degli errori nei quali potresti incorrere.

Sembra un paradosso che va a “distruggere” metaforicamente parlando, gli stili ai quali potresti ispirarti.

Invece in realtà gli accostamenti tra stili possono rivelarsi delle vere e proprie sorprese, tenendo presente a mente un equilibrio generale tra le parti, in sostanza evitando esagerazioni.

Errore N°6: La scelta dei tavoli ma non delle sedie

Molte volte ci si innamora di un complemento d’arredo e si trascura l’altra parte… a cosa mi riferisco?

A sedie e tavolini.

Va ricordato che è un errore diffuso quello di acquistare un tavolo o un tavolino ma evitare di acquistare assieme le sedie associate.

Tavolo e sedie vanno scelti assieme.

Acquistarle separatamente è un grande rischio, specie se non si è professionisti dell’interior design.

Non è un caso che si parli di professionalità, visto che è questa a garantire l’esperienza che permette il riconoscimento della compatibilità di materiali e stili.

Errore N°7: Un illuminazione trascurata

L’illuminazione è importantissima, nell’ambito dell’arredamento di casa, ti basta riflettere sul fatto che esiste una figura professionale che si occupa di questo aspetto, sto parlando del lighting designer.

È quindi essenziale stabilire ancor prima dell’inizio dei lavori dove inserire i punti luce, le plafoniere, eventuali lampade da terra o da tavolo.

La luce tende a trasformare la percezione della casa, per cui va data cura a questo aspetto dell’arredamento.

Per ulteriori consigli, o se vuoi richiederci un preventivo gratuito, contattaci sul modulo che segue.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Meglio casa nuova o ristrutturata

La tua abitazione necessita di una ristrutturazione? Come quantificarla?

Oppure magari hai pensato ad una casa nuova, se la tua proprietà non è una prima casa, o in altre circostanze.

Oggi approfondiremo questa tematica che riguarda una domanda che in molte persone si pongono quando devono affrontare una spesa consistente per la ristrutturazione.

Casa nuova o ristrutturata, perché scegliere una nuova abitazione, vantaggi e svantaggi

Scegliere l’acquisto di una nuova casa comporta una serie di riflessioni che dovrai necessariamente fare, ad esempio acquistare o ristrutturare una casa non è solo questione di budget a tua disposizione.

Gli elementi da prendere in considerazione sono davvero molti, qualche esempio?

  • I costi

  • la qualità abitativa

  • le garanzie

  • l’estetica definitiva

  • l’attitudine personale.

A questo punto vediamo assieme alcune ragioni valide per ristrutturare e altre ragioni per acquistare una nuova casa.

Assieme a ciò vedremo anche le garanzie previste dal Codice Civile per chi decide di acquistare una nuova abitazione.

Primo elemento tra tutti quelli che voglio presentarti, e che dovrai considerare per operare una scelta consapevole tra acquisto e ristrutturazione, è quello relativo alle condizioni dello stabile.

Quando pensi al “nuovo” da personalizzare con in design per interni ed esterni, pensi certamente ad una struttura finita, magari vuota o da rinnovare nei mobili e negli spazi.

Non pensi però ad un edificio ancora in fase di costruzione, talvolta il nuovo però viene presentato in quest’ultima condizione, per cui tra ristrutturazione o acquisto devi tener conto di questa circostanza.

Se la casa è in fase di costruzione avete di fatto la possibilità di acquistarla ad un prezzo lievemente inferiore rispetto all’edificio finito.

Tieni conto del fatto che il tempo utile alla finalizzazione dei lavori mancanti può anche essere lungo, e che a seguire potrai anche apportare modifiche ai materiali o alla disposizione delle pareti interne ma senza alterare le strutture portanti e l’ubicazione degli scarichi condominiali per bagni e cucine.

Se hai problemi con il tempo a tua disposizione, il nuovo ti permette di minimizzarli.

Una casa nuova o ristrutturata pone diverse problematiche ma anche altrettante risoluzioni.

Acquistare una casa direttamente dall’impresa di costruzione ti evita ansie ed incognite, visto che puoi visionare l’abitazione e renderti conto di una serie di fattori quali:

  • la qualità dei materiali,

  • l’illuminazione degli spazi interni,

  • l’estensione dei vani

  • inoltre la scelta degli arredi sarà completa, visto che avrete a disposizione delle aree da poter “riempire”.

casa nuova o ristrutturatacasa nuova o ristrutturata

Se stai cercando modernità ed efficienza….

Anche in questo caso e se stai cercando modernità ed efficienza, dovrai indirizzare la tua attenzione verso l’acquisto di una casa nuova, da poco costruita, visto che le abitazioni nuove sono più efficienti dal punto di vista energetico.

Le strutture nuove sono sempre più tecnologiche e adottano materiali estremamente innovativi e questo si ottimizza con la necessità di coniugare design e strutture architettoniche.

Casa nuova o ristrutturata: ragioni per scegliere la ristrutturazione

La ristrutturazione ti permette di dare vita ad ambienti che puoi personalizzare e a cui donare un fascino esclusivo.

Le case che sono state costruite attraverso l’impiego di tecniche e tendenze di un’altra epoca, sono affascinanti, non c’è dubbio.

Ma riprodurre gli elementi che caratterizzano stili pregressi coperti dalla patina del tempo, certamente non è semplice.

Per contro tali strutture e abitazioni non sono tecnologicamente adatte a quelli che sono gli standard attuali.

Con questo genere di abitazioni la ristrutturazione risulta essere la scelta ideale soprattutto se avete un anima creativa che cerca sempre spunti visivi e ambientali stimolanti proprio sul piano creativo ed artistico.

Ma una ristrutturazione si rende necessaria ed auspicabile, anche quando si vogliono rendere volumi e spazi più estesi.

Ci sono ambienti interni piuttosto piccoli e raccolti, vanno bene solo per alcune situazioni e persone.

Magari se vivi da solo, ma se intendi modificarli e in assenza di strutture portanti, abbatterli per estendere lo spazio richiede una ristrutturazione.

casa nuova o ristrutturata

Ristrutturare prevede anche delle agevolazioni fiscali, il Governo le ha promosse proprio per invogliare le persone a “rimettere mano” all’esistente e in un ottica di diminuzione del consumo di risorse non rinnovabili come il suolo, l’ambiente e l’energia.

casa nuova o ristrutturata

Tali sgravi rientrano in un ottica più estesa, che è quella conservativa e del riuso-efficientamento delle abitazioni vecchie, che punta ad una sostenibilità edilizia che in Italia fatica ad affermarsi anche in virtù di un passato “cementizio” e di consumo spasmodico di territorio che è nella cultura diffusa.

Se vuoi chiedere un preventivo gratuito o maggiori informazioni, compila il Form qui sotto e contattaci.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]
creazioni con pallet

Creazioni con pallet e arredamento

La creatività e la fantasia hanno molto a che vedere con il design per esterni.

Nel corso degli ultimi tempi si è andato ad affermare un materiale ed un oggetto che in passato veniva impiegato ampiamente ma che nel presente è stato reinventato del tutto.

Questo materiale ha dato vita a creazioni con pallet adatte a vari stili e tendenze di arredamento.

Per un arredamento destinato agli esterni le creazioni con pallet si prestano a diversi usi.

Puoi decidere di realizzare:

  • sedute
  • divani
  • fioriere verticali o orizzontali
  • dondoli

e molto altro.

Se hai un balcone un area lounge può avvalersi dell’impiego di bancali per essere personalizzata al meglio e con un dispendio di denaro minimo.

Ma anche con un giardino è possibile impiegare questo oggetto per creare aree direttamente realizzate attraverso un sapiente impiego del fai da te.

Un arredamento di creazioni con pallet e destinato all’esterno può diventare estremamente originale e con poco sforzo, infatti vi occorrono unicamente due cose:

  • alcuni pallet di legno
  • la vostra fantasia.

Il legno può essere dipinto con colori affini o in contrasto con quelli del giardino e dello stile della vostra abitazione.

Potete anche trattarlo con una protezione trasparente lasciando il legno del suo colore naturale.

Nei bancali come in molti hanno già fatto, è possibile inserire oggetti e libri, o anche riviste, così da dare vita ad un angolo dedicato interamente al vostro relax.

Bancali per tutte le stagioni

L’estate è la stagione nella quale le idee si sviluppano, per cui i pallet magari precedentemente impiegati possono essere recuperati e trasformati.

Puoi dare vita a poltrone o divani con cuscini rivestiti in cotone ma non solo.

Ci sono moltissimi spunti creativi per esercitarsi nell’arte del riuso di questi bancali, e tali soluzione sono adatte a singole stagiono o a tutte.

Lavorare con i pallet rappresenta un modo semplice per creare in maniera eco-sostenibile oggetti di design che rendano gli spazi esterni quali:

  • orto
  • balcone
  • giardino

unici e personalizzati direttamente da voi. Vi mostriamo alcuni esempi di riuso di bancali estrapolati da pinterest e altri siti:

Immagine tratta da design mag

Immagine tratta dal profilo utente riciclotutto da pinterest

Immagine tratta da pinterest

Immagine tratta da pinterest

I bancali rappresentano un elemento di partenza elementare ed è proprio tale loro caratteristica a renderli materiali particolarmente interessante per i lavori fai-da-te certamente più comodi da personalizzare e modificare.

Per tutti i progetti che avete in mente occorrono solo pallet e pazienza, più che altro volontà di creare qualcosa con le vostre mani.

Creazioni con pallet: basi creative per il tuo orto

Creazioni con pallet e orti vanno perfettamente d’accordo i bancali dipinti o grezzi possono costituire sostegni ma anche “reti” per l’orto domestico e assieme a questa importante funzione, possono risultare anche eccellenti elementi decorativi.

Potete impiegarli come basi da sovrapporre alle strutture piramidali, andando a progettare il vostro spazio con attenzione, realizzando forme geometriche per poi mettere a terra i semi che vorrete veder germogliare.

Il pallet essendo anche una struttura sufficientemente pesante, ti permette di organizzare il tuo orto al meglio, proteggendo e sfruttando anche le sue superfici.

Bancali per le decorazioni home-made destinate all’esterno

È possibile impiegare il pallet sia in aree di piccole dimensioni sia in aree estese per dare vita ad angoli decorativi.

Esempi di lavori svolti attraverso l’impiego di pallet sono:

  • vasi
  • portacandele
  • insegne
  • contenitori per molteplici utilizzi

Quando ti trovi in giardino, nel tuo giardino, i pallet possono anche diventare uno strumento per creare complementi d’arredo attraverso il riciclo di questo materiale.

Puoi trasformarli in tavoli, divani, sedie, panche e piani da lavoro.

Con i pallet potete realizzare anche amache ed altalene per il vostro relax.

L’aspetto più interessante dei pallet è la loro versatilità e con un’altalena farete felici i vostri figli riciclando un materiale che come abbiamo visto, sta diventando di tendenza.

Un regalo che siamo certi, verrà apprezzato dai bambini della casa.

Ma come detto ci sono davvero tantissime idee per sfruttare i pallet e se desideri ricevere consigli o un preventivo gratuito per l’arredamento d’interni o per esterno, che contempli anche questi materiali, contattaci compilando il modulo qui sotto e riceverai risposte alle tue domande.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]
arredamento moderno

Arredamento moderno o tradizionale, pregi e difetti

Ami un arredamento moderno? ne preferisci uno classico? Se ti stai chiedendo come arredare la tua casa e sei indeciso tra uno stile moderno o uno tradizionale devi sapere che è una delle domande che affligge maggiormente le persone.

Un arredamento moderno o stile moderno, per come lo si intende oggi, ha assunto un carattere esteso ed eclettico ereditando una piccola parte rigorosa derivante dal modernismo.

Si è comunque discostato al contempo dalla corrente che ha contraddistinto l’architettura del XX secolo, per fondersi in maniera pressoché integrale ad un’idea minimalista delle forme e degli spazi.

I materiali impiegati sono anch’essi vari se si vuol ottenere nella propria abitazione o nel proprio ufficio uno stile moderno, anche se tali materiali sono semplici e spesso molto leggeri visto che vengono trattati.

Ma senza troppi giri di parole è bene presentarvi un modo moderno di arredare i vostri interni.

Vedremo materiali, stili e proposte varie così che vi rendiate conto che nella dicitura di “arredamento moderno” rientrano molte tipologie di approccio.

L’architettura per arredare degli interni moderni

Mettiamo il caso abbiate una casa dove a piano terra sia collocata l’area dell’ingresso e del soggiorno, una sala da pranzo, la vostra cucina, uno studiolo e l’area dove effettuate i lavaggi dei vestiti.

Entrando nell’appartamento è immediatamente possibile notare il carattere moderno della casa che si manifesta attraverso l’architettura open space che riguarda la zona giorno e che rappresenta un elemento indispensabile per una casa contemporanea.

Come detto le superfici devono essere uniformi e non avere discontinuità o la minima imperfezione, un arredamento moderno è molto rigoroso sotto questo aspetto infatti, di conseguenza un pavimento in legno è un elemento di design di interni estremamente adeguato a questo genere di stile.

Invece un contro soffitto in cartongesso a gradini possiede un impatto visivo tipico di questa tendenza per gli interni.

Altri materiali che potreste valutare sono:

  • vetro
  • acciaio (largamente diffuso quest’ultimo specie nello stile industriale)

Delle scale in acciaio sono un ennesimo elemento che potreste adottare per lo stile moderno e magari il corrimano potrebbe avere in evidenza del vetro in lastre, per fornire un immagine regolare e leggera alla struttura.

Un arredamento moderno ma anche funzionale

Spesso le persone si chiedono se un arredamento moderno possa essere anche funzionale, se gli elementi interni possano rappresentare più che una comodità un disagio, è logico porsi queste domande per cui ti mostriamo come modernità e funzionalità vadano perfettamente d’accordo.

Un divano con colori neutri, che risulti semplice nelle sue linee, rappresenta un arredo che è quasi indispensabile se vuoi dare alla tua casa uno stile moderno.

Siamo partiti da un open space, uno spazio che per la sua stessa natura è aperto e libero, tieni conto che per un aspetto maggiormente pratico tale open space abbisogna di arredi capaci di dividere in modo funzionale gli spazi, quindi il divano semplice è un elemento che in tale ambiente ha la sua specifica funzione.

Per quanto attiene i colori, da affiancare ad un neutro, magari ad un bianco per un arredamento moderno vanno bene anche cromie come:

  • nero (per una parete)
  • colori lucidi e trasparente (per far risaltare gli altri colori che ricevono la luce)

Una cucina in stile moderno

In un open space se collocherete un tavolo per il pranzo dovrete inserire molto vicino la cucina, per il vostro stile moderno.

Un ambiente di questo tipo rientra a pieno titolo nel trend di questo periodo.

La cucina riprenderà il colore neutro che caratterizza il vostro divano, ma al contempo creerà il contrasto cromatico con il nero che magari impiegherete per la parete del camino o per la cappa dello stesso.

Arredamento moderno per la camera da letto: parola d’ordine “semplicità”

La camera da letto non rientra nell’open space, trova luogo al primo piano dove sarà accompagnata da:

  • un ulteriore camera da letto (per gli ospiti)
  • due bagni
  • una stanza adibita a ripostiglio

La camera da letto in stile moderno punta su cromie intense, come il rosso scuro e il neutro bianco da affiancare nel medesimo spazio che si concede l’estro di una parete graffiata.

Le forme sono semplici sebbene i colori siano in contrasto e molto forti.

Arredamento moderno: Un bagno razionale

La ristrutturazione di uno o più bagni ha consentito il diffondersi dello stile moderno, è un dato di fatto acclarato questo, nella tua casa potresti voler avere un bagno più minimalista e il secondo bagno completamente differente dal primo anche se sempre moderno.

Il consiglio è quello di puntare su un bagno razionale, che veda protagonista la geometria e dei colori leggeri in contrasto su un fondo scuro.

I differenti stili di arredamento

Qualche esempio di stili oggi riproducibili nella tua casa? Eccone un breve elenco:

  • industriale
  • classico
  • orientale
  • moderno o contemporaneo

Come visto ci sono sia il classico che il moderno, e non sempre quest’ultimo risulta preferito nelle scelte delle persone sebbene sia molto diffuso come abbiamo visto poco sopra.

I mobili sono l’anima della casa, sono quegli oggetti che trasmettono in modo diretto il carattere delle persone che abitano uno spazio circoscritto per cui la scelta di mensole, divani, credenze etc…

deve essere molto accurata, anche in caso di ristrutturazione.

Un arredamento moderno sarà completamente diverso da uno che ricalca lo stile classico, ma non come si potrebbe pensare.

Infatti il termine classico impiegato nel campo dell’arredamento si riferisce in via prevalente a mobili moderni che interpretano il gusto e lo stile tradizionale.

Il mobile classico tende quindi a rifarsi ad epoche pregresse, e si avvale di professionalità legate alla tradizione artigianale, per cui punta sul lavoro di manodopera specializzata che ha il compito di realizzare arredi in stile riproducendone la classicità.

Gli arredi in stile classico vengono realizzati prevalentemente in legno e opta per le diverse tonalità del legno, riproducendone la venatura, in aggiunta vengono anche personalizzate le superfici attraverso decorazioni realizzate con modanature ed intagli.

Il nostro studio può aiutarti sia nel caso in cui volessi scegliere uno stile classico, sia nel caso in cui tu voglia vedere gli spazi interni arredati in stile moderno, compila il Form che trovi a fondo pagina, per richiedere una consulenza gratuita.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Come arredare il giardino di casa!

Il giardino di casa è l’elemento più importante della casa, ma spesso ci facciamo prendere dall’ entusiasmo di arredare l’interno e finiamo per trascurare i dettagli del nostro giardino.

Come arredare il giardino di casa!

A volte bastano dei piccoli accorgimenti per renderlo un angolo di paradiso, dove passare ore ed ore di relax.

Si sa che non tutti i giardini hanno le stesse misure, ma questo dettaglio nell’arredamento della nostra area verde esterna non è un limite.

Spesso la nostra attenzione viene attirata dalle molteplici idee create da esperti di design per ambienti funzionali e alla moda.

arredamento per il tuo giardino

Ma quali sono questi punti fondamentali nell’arredamento del giardino?Continua a leggere

Come arredare un monolocale urbano!

Vivere bene in spazi piccoli può apparire il più delle volte un’impresa ardua, ma arredare un monolocale affidandosi alla creatività e la professionalità di esperti è la scelta giusta da fare.

Gli architetti di tutto il mondo, sono arrivati alla conclusione che: «La regola base per ottimizzare lo spazio è costruire mobili su misura». Nonostante, siano progetti sviluppati in meno di 30 metri quadrati, i monolocali ubicati in centri urbani dalla vita frenetica, devono ospitare arredi a scomparsa ma multifunzionali. Se state ristrutturando il vostro appartamento oppure avete deciso di cambiare arredamento, noi vi offriamo le migliori soluzioni di interni e di design per un progetto abitativo completo e su misura. Personalizziamo ogni progetto suggerendo al cliente come rendere speciale la propria casa.

Consigli utili su come arredare un monolocale urbano per recuperare spazio.

Continua a leggere

pietre grezze

Tendenze d’arredo 2019: ritorno alla natura e agli elementi grezzi!

Ci sono due tendenze protagoniste che sono entrate in scena nel 2018 e che troverete presenti anche nel scenario d’arredo del 2019. Tendenze d’arredo 2019: ritorno alla natura e agli elementi grezzi!
Nasce l’idea di tornare a usare materiali naturali e poco elaborati, in alcuni casi lasciati nel loro stato grezzo come legno e pietre.

Lo stile dell’interior Design 2019, predilige le pietre grezze e a vista, via libera quindi ad elementi grezzi come complemento d’arredo.

In questa ottica siamo orientati verso un ritorno alla natura e al necessario semplice, ritroviamo la pietra grezza elemento protagonista di decorazione sia per interni che per esterni.

Come abbinare la modernità delle case di oggi ad elementi decorativi grezzi e naturali?

Continua a leggere