Evita errori nell' arredo

Errore nell’arredo? Come arredare evitando errori comuni

Un singolo errore o più errori quando si mette mano all’arredamento degli interni e degli esterni di casa, sono sempre presenti, nessuno ne è esente, ragion per cui l’articolo che oggi vado a presentarti si pone la seguente domanda:

“Come arredare senza fare errori?”

I consigli sul come arredare casa devono innanzitutto tenere conto degli spazi che si hanno a disposizione.

Ad esempio arredare una stanza di piccole dimensioni prevede accorgimenti che una stanza ampia non necessita di applicare.

Ma entrando più nel merito della questione, ti voglio presentare alcuni consigli sui quali potrai fare affidamento in caso di modifica del tuo arredamento.

O nei casi in cui hai uno spazio vuoto da dover definire attraverso gli arredi.

Errore N°1: Scelta degli accessori mettendoci poca cura

I complementi d’arredo vanno scelti con estrema cura, non farlo è uno dei primi errori che generalmente si fanno.

Ti basta pensare che un accessorio sbagliato può alterare l’intero arredo.

Errore N°2: Disporre i quadri a caso

I quadri sono un complemento d’arredo che coinvolge maggiormente i sentimenti rispetto ad altri, per tale ragione talvolta si cade nell’errore di appenderli nei luoghi sbagliati, magari per osservarli con costanza.

Questo è un errore che va evitato, quando si va ad arredare una casa, appendere casualmente e senza un filo logico quadri e fotografie alle pareti influisce negativamente sull’aspetto generale delle stanze.

Dovrai quindi studiare con attenzione la disposizione per garantire una coerenza alle pareti della tua abitazione.

Per farti un esempio ti dico che troppo spesso i quadri vengono appesi in alto, alcuni per dimensione necessitano di questo accorgimento, ma altri andrebbero collocati mediamente ad un metro e 60 da terra.

Errore N°3: Gli ambienti monocromatici

Avete mai notato quegli spazi interni tutti bianchi?

Il famoso Total White che ha anche trovato affermazione per un periodo di tempo neanche tanto breve, non è esattamente un modo valido di scelta del colore.

Il rischio è quello di incorrere nell’impressione di trovarsi in una stanza completamente asettica.

Parimenti anche una stanza eccessivamente scura può apparire tetra.

Vi consiglio quindi di evitare un arredamento monocromatico.

Potete invece puntare su contrasti o armonie cromatiche che contemplino diverse sfumature di colore per evitare la monotonia alla vista di una camera tutta di un unico colore.

Errore N°4: Le gerarchie cromatiche

Il punto numero quattro si collega strettamente al numero 3.

La scelta degli accostamenti di colore è uno dei compiti maggiormente delicati quando si vuole arredare un abitazione.

Alle volte si opta per un colore che piace non preoccupandosi dell’abbinamento con il resto dei complementi d’arredo, rappresenta un grosso errore che va evitato.

La soluzione per evitare tale errore comune è quella di progettare anticipatamente l’arredamento prima di iniziare a dipingere.

Potete aiutarvi con le classiche palette di colori che reperite facilmente online oppure rivolgendovi ad un negozio.

Errore N°5: Scegliere dei temi per l’arredo

La tentazione è alta, scegliere un tema per la propria casa rappresenta un altro degli errori nei quali potresti incorrere.

Sembra un paradosso che va a “distruggere” metaforicamente parlando, gli stili ai quali potresti ispirarti.

Invece in realtà gli accostamenti tra stili possono rivelarsi delle vere e proprie sorprese, tenendo presente a mente un equilibrio generale tra le parti, in sostanza evitando esagerazioni.

Errore N°6: La scelta dei tavoli ma non delle sedie

Molte volte ci si innamora di un complemento d’arredo e si trascura l’altra parte… a cosa mi riferisco?

A sedie e tavolini.

Va ricordato che è un errore diffuso quello di acquistare un tavolo o un tavolino ma evitare di acquistare assieme le sedie associate.

Tavolo e sedie vanno scelti assieme.

Acquistarle separatamente è un grande rischio, specie se non si è professionisti dell’interior design.

Non è un caso che si parli di professionalità, visto che è questa a garantire l’esperienza che permette il riconoscimento della compatibilità di materiali e stili.

Errore N°7: Un illuminazione trascurata

L’illuminazione è importantissima, nell’ambito dell’arredamento di casa, ti basta riflettere sul fatto che esiste una figura professionale che si occupa di questo aspetto, sto parlando del lighting designer.

È quindi essenziale stabilire ancor prima dell’inizio dei lavori dove inserire i punti luce, le plafoniere, eventuali lampade da terra o da tavolo.

La luce tende a trasformare la percezione della casa, per cui va data cura a questo aspetto dell’arredamento.

Per ulteriori consigli, o se vuoi richiederci un preventivo gratuito, contattaci sul modulo che segue.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Arredare una casa con stile rock, tra metropolitano, industriale e moderno

Arredare una casa con stile rock non si limitano all’aggiunta di un oggetto o un elemento d’arredo che ha a che fare con il genere musicale, ma unisce più stili dosando attentamente colori, decoro, arredamento.

Dato che nell’arredare una casa con stile rock la tendenza è quella usare colori scuri, tra cui padroneggia il nero, saper dosare bene i vari accostamenti può evitare di inciampare in un arredo “pacchiano” o peggio ancora in un effetto “funerale”.

Questi generi di stili non si adeguano a tutte le casa. Sono necessario ampi ambienti come per esempio i loft. Nelle piccole dimore si può più semplicemente inserire qualcosa di meno impegnativo come una stampa/quadro della copertina di un album rock, dove sia maggiormente protagonista la grafica che il nome della band.

In questo caso soprattutto gli album degli anni ’60, del periodo psichedelico, di festival come Woodstock o concerti di Jimi Hendrix per esempio, possono essere interessanti.

Un piccolo tocco che accostato ad altri semplici accorgimenti possono esprimere il nostro lato rockeggiante, grintoso.

Jimi Hendrix

A loro si possono accostare finiture in ferro e lavorare per esempio sul tavolo da pranzo.

Chi si avvicina a questo genere di solito sono giovani coppie, amanti della musica, del rock anche come moda di vestire, ma che non necessariamente devono indossare pantaloni di pelle e borchie. Le sfumature sono tantissime.

In ogni caso il “fil rouge” che unisce tutto l’arredamento, in sintesi, passa per pochi e indiscussi simboli: chitarra elettrica, borchie, pelle (o finta pelle), esposizione musicale di copertine di vinili o cd, fino all’uso di materiali come ferro, acciaio, legno, cemento.

Uno degli aspetti che spesso si sottovaluta è quello dell’illuminazione che, a partire anche dall’uso di fari di scena, deve essere pesata attentamente.

Quel tocco cinematografico molto rock

Una casa con stile rock passa anche attraverso l’arredamento con pezzi, la maggior parte non unici, di arredi visti in numeri film, anche molto famosi come Blade Runner.

L’esempio è Seen On Set (www.seenonset.com), portale che offre la possibilità di arredare casa con la lampada vista in un tavolo di un film di 007.
Volete per esempio acquistare il divano su cui si sedevano bevendo un caffè gli amici della serie televisiva americana, campione indiscusa di ascolti, di Friends? O preferite arredare il salotto con le sedie moderne di qualche film di Stanley Kubrick? Provate a chiedere a loro. Stiamo parlando comunque di elementi di alto design e lusso, prodotti da grandi aziende di moda & design. Quindi attenzione al prezzo.

Orologio Vitra Eye Clock (serie Tv The Twilight Saga: Breaking Dawn Part 1)