Senza formaldeide

Cos’è la formaldeide? Conveniente, sì…ma quanti rischi!

Formaldeide: sai di cosa si tratta?

Molte industrie purtroppo continuano a produrre mobili in formaldeide nonostante questa sia stata da tempo bandita dalla CE.

Oggi affronteremo insieme il problema, cercando di capire come fare attenzione a non acquistare elementi d’arredo con questa componente dannosissima.

Truciolare: contiene un alto tasso di formaldeide

Truciolare: contiene un alto tasso di formaldeide

Una prima domanda sorge spontanea: come mai le industrie e i mobilifici continuano a produrre armadi, sedie, tavoli in formaldeide pur trattandosi di un materiale così pericoloso? Beh, ovvio: perché costa pochissimo! Ancora una volta si ha a che fare con la furbizia dei venditori che, approfittando del momento di crisi e del prezzo sul mercato di questo componente, costruiscono mobili pessimi ma di una convenienza incredibile agli occhi dell’ingenuo acquirente.


Clicca se vuoi avere subito maggiori informazioni su come arredare la tua casa!


I cosiddetti mobili low cost venduti dai grandi magazzini costano pochissimo, sbaragliano facilmente la concorrenza e soprattutto permettono di arredare un appartamento con il minimo necessario.
Fin qui tutto bene. La questione da non trascurare è un’altra:la formaldeide è un gas pericolosissimo, incolore e irritante per le vie respiratorie. Quando acquisti un mobile, richiedi sempre la certificazione per assicurarti della garanzia di livelli di formaldeide non rischiosi, ovvero la dicitura “Der Blaue Engel” che è appunto una garanzia di atossicità.

Simbolo garanzia di atossicità

Simbolo garanzia di atossicità

Una volta comprato un mobile in formaldeide, per evitare l’inquinamento, assicurati di lasciarlo sul tuo terrazzo o in giardino per circa 15-20 giorni, in modo da effettuare una sorta di decontaminazione e da stare più sicuro nel momento in cui lo riposizionerai all’interno della tua casa.
Ovviamente ci sono delle importanti accortezze che potrebbero aiutarti a contrastare il pericolo di mobili con formaldeide: ecco alcuni consigli che mi sento di darti.
– In camera da letto e nei locali più frequentati della casa, evita di collocare mobili in compensato o truciolare e scegli piuttosto il legno massello (preferibilmente in classe FF, ossia senza formaldeide); spenderai di più ma sarà sicuramente una scelta più salutare;
– Usa piante che aiutino a neutralizzare gli effetti della formaldeide, come la felce di Boston o la dracena;
– Infine, se preferisci risparmiare sui mobili e comprare quelli in formaldeide, valuta per il tuo appartamento l’installazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata: non solo risparmierai sull’energia ma controllerai l’inquinamento dell’aria interna.

Quindi, quando acquisti ad un prezzo stracciato i tuoi mobili (ma questo vale per qualsiasi cosa!) chiediti sempre perchè li stai pagando così poco e, soprattutto, chiedi certificati di garanzia che attestino che non stai comprando un prodotto nocivo e dannoso per te e per chi ti sta intorno.

Meglio spendere qualcosa in più ed essere certi della qualità piuttosto che rischiare per la propria salute.


Clicca se vuoi avere subito maggiori informazioni su come arredare la tua casa!


Torna alla Home

0commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.